anno XXIII, n.3 - giugno/agosto 2004

Download rivista completa (2.35 MB)

clicca sui titoli degli articoli per scaricarli interi in formato .pdf

ELENCO DI TUTTE LE EDIZIONI APPARSE FINORA

Come sta Caritas Ticino
di Roby Noris

Le condizioni di salute di Caritas Ticino sono buone:
è quanto emerge dall’Assemblea ordinaria del 25 giugno 2004.
Alla fine dello scorso anno sul numero di dicembre della rivista Caritas Insieme a pag 32 “Tempo di somme” si faceva il quadro finanziario di Caritas Ticino. Senza ripetere quanto già detto allora e tuttora valido, riprendiamo il quadro generale della nostra organizzazione presentando quanto è stato oggetto della recente Assemblea ordinaria per l’approvazione dei conti del 2003 tenutasi il 25 giugno scorso.

Di chi è Caritas Ticino
di Roby Noris

Imprecisioni e confusioni si sprecano quando si parla di Caritas Ticino; e sulla sua forma statutaria e giuridica - o più semplicemente “cosa è Caritas Ticino” - se ne sentono di tutti i colori. In queste pagine estive dove ci concediamo di parlare un po’ più di noi, voglio provare a sfogliare alcuni documenti per far capire a chi è interessato cosa sia effettivamente questa organizzazione oggi e come si sia trasformata negli anni.

Il FORUM è online
di Roby Noris

In aprile sul sito internet di Caritas Ticino è nato un FORUM di discussione. Ma cosa è un forum online? Si tratta di un luogo virtuale di discussione suddiviso per argomenti che in parte vengono gestiti da chi organizza il forum ma in buona parte sono il risultato dell’interazione dei visitatori del forum. Una serie di categorie e sottocategorie di base ospitano messaggi che possono spaziare ampiamente per tematica, obiettivo, lunghezza, stile e modalità. Si può esternare sentimenti e impressioni improvvise o proporre approfondimenti ricercati. Si può esprimere il proprio assenso con un monosillabo o rilanciare l’argomento con un nuovo angolo di osservazione, ci si può divertire o approfondire tematiche serissime.

Le Boutiques diCaritas Ticino si rinnovano
di Dani Noris

La Boutique di Lugano nel quartiere Maghetti ha un volto nuovo e dietro alla Collegiata di Bellinzona ha aperto PerlArt. Da qualche settimana la boutique Caritas “Fairness e Mercatino” al Maghetti di Lugano splende di nuovi colori. Le pareti rosa pallido sono impreziosite dagli stucchi di rosa più intenso e l’arredamento composto essenzialmente da tralicci per le rose la cui struttura si sposa con il soffitto a volta presenta al visitatore una nuova gamma di prodotti.

Educhiamoci a riciclare meglio
di Marco Fantoni

Dal 1988 Caritas Ticino si occupa di riciclaggio nelle sue varie forme. Dal 1994 ha raccolto e frazionato 4’163 tonnellate di rifiuti elettrici e elettronici e dal 1995 ha raccolto 4’750 tonnellate di tessil. Sul precedente numero di Caritas Insieme (aprile maggio n.2 2004) abbiamo presentato l’attività del nostro Programma occupazionale e d’inserimento “Mercatino” con l’accento rivolto alla situazione delle persone occupate. Qui vi informiamo sulla produzione ottenuta grazie alle 221 persone inserite tramite la Legge federale contro la disoccupazione (LADI) e le 105 persone inserite tramite la Legge cantonale sull’assistenza (LAS) per quanto riguarda l’attività di riciclaggio, in modo particolare quella di materiale elettrico ed elettronico.

È disponibile on line il: "Dossier sul Programma Occupazionale "Mercatino" di Caritas Ticino


DOSSIER

Vecchia Europa dove sei?
a cura di Dante Balbo

25 paesi, più di 300 milioni di persone, un immenso territorio, tutto questo è l’Europa, non l’occidente europeo, ma la vecchia cara europa, quella studiata sulle cartine geografiche quando era ancora divisa dalla cortina di ferro.
Ma da quei giorni il paesaggio politico, culturale ed economico sono mutati profondamente.
Una tappa storica si è compiuta il 19 giugno, la vecchia signora, che prende il nome da una fanciulla dei monti, si è data una carta costituzionale, un documento che la tiene insieme, come un grande stato, come un’aggregazione omogenea.

Un amore antico

La preoccupazione del Santo Padre per il futuro del vecchio continente

Un salto nel blu

Dall’intervento sulle radici dell’Europa cristiana di Joseph Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il 13 maggio 2004 nella sala della biblioteca del Senato della Repubblica italiana.

Editoriale

Dalle perle al futuro del privato sociale

Una copertine/copertina da catalogo di vendita? Non proprio. Colori e forme che portano lontano fino in India. Sono le perle di vetro che costituiscono la novità del rilancio delle Boutiques di Caritas Ticino che a Lugano, nel quartiere Maghetti, e a Bellinzona, dietro alla Collegiata chiamata PerlArt, invitano a farsi da soli i propri gioielli con una spesa molto contenuta. Fin qui un po’ di pubblicità che trova spazio e colore lungo tutta questa rivista estiva con l’obiettivo di far scopertine/coprire a un pubblico sempre più vasto il gusto del fai da te anche con collane e braccialetti fatti su misura.

IMPEGNO SOCIALE E POLITICO

Sì al congedo di maternità! - Sì alla revisione della legge sulle indennità di perdita di guadagno!
di Chiara Simoneschi Cortesi

Esattamente cinque anni dopo l’ultima votazione popolare sull’assicurazione maternità, ci ritroviamo a discutere dell’ennesimo tentativo, approntato dal Parlamento, di meglio proteggere la mamma e il neonato, riconoscendole un congedo di maternità dopo il parto. Il voto popolare di quest’autunno è dunque molto importante: il 26 settembre prossimo, infatti, saremo chiamati ad esprimerci sulla revisione della legge sulle indennità di perdita di guadagno e, in quest’ ambito, sulla nuova indennità di perdita di guadagno in caso di maternità.

CULTURA E COMUNICAZIONE

Marchiata ad Auschwitz
a cura di Dani Noris

Una bambina ha vissuto gli orrori dell’olocausto, ha portato per tutta la vita il marchio dei campi sulla cui entrata stava scritto: “Il lavoro rende liberi”. Da quei campi sei milioni di ebrei non sono mai tornati. Oggi è una signora, che tiene il suo numero sul braccio, perché non si può e non si deve dimenticare fin dove si è spinta la follia umana. Intervistata a Caritas Insieme parla con la sobrietà di chi c’era, con la crudezza di chi non può e non vuole ornare l’abominio, con la saggezza di chi ha attraversato l’inferno e non si è lasciato annientare.In una sobria e toccante intervista Ruth Fayon rivive con noi il tempo in cui il mondo si è capovolto e i peggiori incubi che abitano la mente umana sono stati scritti sul libro della storia con il sangue di quelli che sono rimasti per sempre nei “campi” e con la voce di coloro che li portano per sempre nella loro memoria.

AMORE PER I POVERI

Dono della vista dono della vita
a cura di Dani Noris

Incontro con André Mermoud e Marc Etienne Karlen, oftalmologi losannesi, della fondazione VISION FOR ALL
a Caritas Insieme TV il 12 giugno 2004.
Sulle rive del lago Lemano, in uno splendido pomeriggio di fine maggio, circondati da una natura stupenda abbiamo incontrato, (per realizzare un servizio per Caritas Insieme TV), due giovani medici losannesi: André Mermoud e Marc Etienne Karlen. Ci ha messo in contatto con loro Cécile Kahn, una maestra e un’imprenditrice incontrata “per caso” durante la Creaktiva di Zurigo, fiera alla quale avevo partecipato in autunno per promuovere i prodotti dell’Alfareria Lenca. Con questa donna dall’energia inarrestabile è iniziata una provvidenziale collaborazione.

Costa d'Avorio: 2 anni dopo
di Luigi Brembilla

Caritas Ticino, continuando la collaborazione con ACTA (Associazione di cooperazione Ticinesi e Associati) per il sostegno al progetto dell’Associazione San Camillo di Bouakè (vedi articolo Promozione e Sviluppo per l’Integrazione Sociale Caritas Insieme settembre 2002), ha inviato, nel mese di marzo, il collega Luigi Brembilla per verificare la possibilità di continuare il progetto di costruzione del Centro di accoglienza “Belleville”. In questo primo articolo ci racconta la sua esperienza in Costa d’Avorio. Una seconda testimonianza, sull’esperienza in Burkina Faso, sarà pubblicata sul prossimo numero della rivista.

SPECIALE BERNA


Affinché Berna non resti solo un sogno

diCristina Vonzun

Di sogno “realizzato” hanno parlato molti giovani presenti al grande incontro nazionale con il Papa, il 5 e 6 giugno scorsi. Di concretizzazione di un progetto pensato anni prima, hanno raccontato in diretta radiotelevisiva, sui giornali e nei siti internet i ragazzi ticinesi che già dalla Giornata mondiale della Gioventù di Toronto portavano nel cuore il desiderio di invitare il Papa in Svizzera e di farlo nel contesto di un grande raduno pensato per le nuove generazioni. Ma, oltre alle grandi emozioni, alle impressioni favorevoli e all’entusiasmo raccolti “live” dai media, l’incontro nazionale dei giovani cattolici svizzeri e la visita del Papa hanno rappresentato e rappresentano un’occasione da non sprecare. La Pastorale giovanile (Pg) della Svizzera si sta interrogando proprio in queste settimane, attraverso un sondaggio capillare condotto tra i gruppi e i movimenti, per capire come continuare, come rendere visibile l’invito e le parole di Giovanni Paolo II.